venerdì 19 agosto 2016

Gnocchi di patate viola al profumo di basilico e noci

Ormai è chiaro che amo cucinare e mangiare tutte le verdure, ma se dovessi scegliere il mio ortaggio preferito risponderei senza nessun dubbio le patate! Sono sicuramente le più amate in cucina, possono essere utilizzate in mille modi e si può attribuire loro diversi sapori. 
Ne esistono varie tipologie, dalla patata classica a quella rossa, da quella dolce americana a quella viola, ecc.. Mi voglio soffermare proprio su quest'ultima, la patata viola (sia nella buccia che nella polpa), che adoro utilizzare sia per il gusto che per le sue proprietà nutrizionali. Sono molto popolari in Sud America, soprattutto in Perù, ormai coltivate anche in Europa, rientrano nella famiglia delle patate dolci o americane. Per chi non la conoscesse vi scrivo brevemente una descrizione tratta dal libro "La Dieta Smart Food" di Eliana Liotta in collaborazione con la Fondazione IEO-CCM (ricerca oncologica e cardiovascolare) per farvi capire le caratteristiche che possiede sulla sfera della salute: "..il motivo per cui battono dieci a zero le patate più comuni è la presenza di antocianine, i pigmenti che le colorano..Per gli esseri umani sono molecole dal valore inestimabile: sembra che promuovano la longevità, scoraggino il cancro, allontanino i rischi cardiovascolari."
Inoltre hanno un apporto calorico inferiore rispetto alla patata tradizionale (se cucinata senza olio o burro). Purtroppo però, nonostrante le riconosciute proprietà nutrizionali, sono prodotte in quantità limitate a causa del poco guadagno dei produttori e della scarsa conoscenza dei consumatori, e per questo motivo non sono sempre facilmente reperibili.
Come consigli di cottura è preferibile utilizzarla bollita, al forno, in padella o nella preparazione di purè e gnocchi, sconsigliata invece la cottura a vapore o fritta. 
La ricetta che propongo riguarda infatti gli gnocchi, che ho preparato solo con le patate viola, la farina e un pizzico di sale, evitando così di aggiungere l'uovo per le ormai note intolleranze alimentari, inoltre in questo modo risultano decisamente più morbidi.



Ingredienti:

800 g di patate viola
200 g di farina tipo 0
un pizzico di sale

Per la crema/condimento:

Foglie di basilico fresco
Olio e.v.o.
Noci
Formaggio cremoso (tipo Philadelphia)

Procedimento:

Cuocere le patate intere e con la buccia in una pentola coperte d'acqua, far bollire e testare la cottura aiutandosi con una forchetta. Quando sono pronte, scolarle e una volta tiepide, togliere la buccie e sciacciare le patate con uno schiacciapatate. Aggiungere il sale e poco alla volta la farina, impastando bene. Il risultato dev'essere un panetto compatto e non appiccicoso, da far riposare per 10/15 minuti.
Prelevare un po' di composto e formare dei piccoli "cilindri", poi con un coltello tagliare le chicche di circa 1 cm (assumono una forma quadrata che a me piace molto).

L'idea in più: cospargere un vassoio con farina di semola e man mano che tagliamo le chicche le appoggiamo e avvolgiamo di semola, saranno ancora più compatti.

Portare l'acqua a bollore e cuocere gli gnocchi per un minuto, finchè non vengono a galla.
Nel frattempo preparare la crema con cui servirli: ho unito dei sapori che adoro, il basilico (del nostro orticello) e le noci, aggiungendo del formaggio cremoso per raggiungere la giusta consistenza, ed infine l'olio, frullando il tutto con un frullatore ad immersione. Questa crema è buonissima, ottima anche da spalmare su crostini di pane o per condire la pasta!







 

 
 





Nessun commento:

Posta un commento