mercoledì 6 luglio 2016

Pizza: la ricetta del mio impasto


Ammetto di essere super golosa di tutto ciò che riguarda il pianeta pizza :-) e la pizza fatta in casa è sempre la migliore, con il suo meraviglioso impasto e con i suoi tempi di lievitazione. La pizza è un appuntamento settimanale a casa nostra, che sia al forno o in padella (di cui parlerò presto), quindi il sabato o la domenica si prepara l'impasto! Da quando ho perfezionato questa ricetta, sostituendo o cambiando dosi e ingredienti, è diventata ufficialmente la pizza più buona mai assaggiata ;-) e quando la preparo per parenti o amici è sempre un gran successo!
Se impasto solo per noi a casa utilizzo la farina integrale o semintegrale di tipo 2 che noi adoriamo, ma quando abbiamo ospiti sapendo che purtroppo non a tutti piace o non tutti sono ancora entrati nell'ottica di queste meravigliose farine, utilizzo la farina 00 oppure 0, in ogni caso questa ricetta è veramente fantastica. Non so nemmeno io se il trucco sia negli ingredienti, nel levito o nelle teglie, ma la morbidezza di questa pizza è veramente unica. Così morbida da ricordare una focaccia, e così leggera da non appesantire!
Ovviamente essendo abituati alla pizza fatta in casa, ci si rende maggiormente conto di come alcune pizze mangiate fuori spesso si rivelino pesanti da digerire dando un senso di gonfiore: il segreto è nella lievitazione, più lasciate lievitare la pasta e migliore sarà l'impasto.

Ingredienti:

500 g farina
1 bustina di lievito di birra secco
1 patata media
350/400 ml acqua
2 cucchiai di olio
2 cuchiaini di zucchero 
1/2 cucchiaio di sale

Procedimento:

Verso la farina in una ciotola, aggiungo il lievito e i due cucchiaini di zucchero.
Taglio la patata a cubetti e la cuocio in acqua bollente, quando è cotta la metto nello schiaccia patate e ottengo una consistenza morbida e senza grumi che aggiungo alla farina, mescolando bene con le mani.
Aggiungo l'olio e infine poco alla volta anche l'acqua, in cui ho sciolto il sale precedentemente. Impasto bene il tutto su un piano e formo una palla sulla quale creo un'incisione a "x" e la posiziono in una ciotola coprendola poi con una pellicola.
A questo punto lascio lievitare per almeno 3 ore (io la impasto la mattina e la stendo poi per cena, in questo modo lievita qualche ora in più!).




2 commenti:

  1. Paola, buongiorno..
    non ci credo che tu non sappia cos'è che la rende così morbida.
    Te lo dico io qual è il segreto di tanta sofficità.
    Le patata. Aggiunta negli impasti ammorbidisce un sacco.
    Puoi utilizzarla nel pane, nella pizza e persino nelle polpette.
    Prova e vedrai il risultato.
    Ovviamente negli impasti che devono lievitare, l'idratazione fa il resto. Ovvio che 400 ml di acqua su 1/2 kg di farina (qualunque essa sia) aiuta un sacco!!!
    Anche io uso un sacco di farine differenti, ma mi rendo conto che non tutti son pronti ad addentare poi e spesso mi rifaccio alla classica "00" ahimè...
    Ciaooo, alla prossima!!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica!
      hai pienamente ragione, la morbidezza è legata alla patata, l'unica cosa che mi lascia perplessa a volte è la cottura in teglie diverse. Quando utilizzo la teglia del forno, ad esempio, la morbidezza è divesa da quando invece utilizzo le teglie "professionali", dove la morbidezza è straordinaria!
      Sono teglie che ho acquistato in vacanza in Puglia, proprio da chi le produce e sono bagnate nello stagno, sono quelle che le panetterie pugliesi utilizzano per la vostra famosissima e buonissima focaccia!! Sono troppo felice di averle comprate perchè la cottura è perfetta!
      Grazie per il consiglio, proverò anche ad utilizzare la patata nella focaccia!
      Un bacione, alla prossima!

      Elimina